Il progetto

Il laboratorio per la valorizzazione delle risorse (RISE), della divisione per l'uso efficiente delle risorse (USER) nel dipartimento della sostenibilità dei sistemi produttivi (SSPT) di ENEA è impegnata in una serie di attività inerenti l'ottimizzazione e la riduzione del consumo di risorse nei sistemi produttivi. Tra queste, nell’ambito del Progetto “Ecoinnovazione Sicilia” (ENEA 2011-2015, Progetto “Supporto allo sviluppo produttivo nel Sud: interventi pilota per la sostenibilità e competitività del turismo e delle aree industriali”, su fondi MIUR) è prevista un’attività relativa allo “Sviluppo e implementazione di una piattaforma regionale di simbiosi industriale”.

L'attività per la realizzazione della Piattaforma di simbiosi industriale in Sicilia è attualmente in corso: è stata avviata nel maggio 2011 e durerà fino al giugno 2015. Dopo tale data ENEA intende mettere a disposizione la Piattaforma per il territorio della regione Sicilia nelle forme che verranno individuate nel prossimo futuro, in maniera tale che l'attività, dopo la fase di progettazione, implementazione e test possa essere portata avanti operativamente al servizio del territorio.

La Piattaforma si propone come uno strumento al servizio delle imprese e degli altri operatori presenti sul territorio per attivare trasferimenti di risorse intese come materiali, sottoprodotti energetici, acqua, servizi e competenze ed offrire altri strumenti operativi (banca dati normativa, strumenti di LCA e Ecodesign, Best practices, ...) rivolti in particolare alle PMI.

Il concetto di "simbiosi industriale" è la base teorica su cui l'iniziativa si fonda. Secondo una delle definizioni disponibili in letteratura:

"la simbiosi industriale coinvolge industrie tradizionalmente separate e altre organizzazioni in una rete per promuovere strategie innovative per un uso più sostenibile delle risorse (compresi i materiali, energia, acqua, risorse, competenze, logistica ecc.). Attraverso la rete vengono identificate opportunità di business reciprocamente vantaggiose ed innovative e le organizzazioni condividono buone pratiche e conoscenze, innescando cambiamenti di processo e culturali".

Secondo questo approccio, quindi, la realizzazione della simbiosi industriale passa attraverso:

  • la interconnessione tra interlocutori tradizionalmente separati (rete),
  • la conoscenza delle opportunità presenti sul territorio (banche dati), anche sulla base delle esigenze e delle caratteristiche specifiche di ciascun utente (banche dati cooperative). Le banche dati a loro volta sono di due tipi:
    • georeferenziate, su supporto GIS (geographic information system);
    • non georeferenziate.
  • la disponibilità di competenze esperte in grado di cogliere e proporre soluzioni di simbiosi industriale (gestore della Piattaforma).

La Piattaforma è attualmente in corso di realizzazione per la regione Sicilia ma è prevista la sua implementazione anche ad altre regioni, fino a coinvolgere ampie porzioni del territorio nazionale. Infatti, in linea di principio, maggiore è l'estensione territoriale di applicazione, maggiori sono gli utenti coinvolti, maggiori le possibilità di fare incontrare domanda ed offerta di risorse.